"Dopo aver lavorato sulla quantità dei posti di lavoro, dedicheremo la prossima legislatura a migliorare la qualità. Nel nostro programma abbiamo inserito il salario minimo garantito per chi ha lavori precari o saltuari: nessuno potrà ricevere un salario orario inferiore ai nove euro l'ora. È un passo in avanti piccolo ma concreto, è una garanzia per chi oggi non riesce ad arrivare alla fine del mese. È una questione di giustizia sociale: il PD deve pensare più agli ultimi che a chi i soldi ce li ha già."